budapest in tre giorni
Condividi e aiutami a far crescere il blog!

Budapest è la capitale dell'Ungheria e anche la città più importante per quanto riguarda la vita politica, economica e culturale. Diventata negli ultimi anni una popolare destinazione turistica, offre tutto quello che si può chiedere ad una grande città, arte, storia, cultura, divertimento, buon cibo; il tutto ad un prezzo davvero economico. La città infatti non solo è bellissima, vivace, dinamica e giovanile. Tra l'altro visitare Budapest in tre giorni è anche low cost.

Io personalmente l'ho amata e non vedo l'ora di tornarci, il mio viaggio è durato tre giorni, il primo giorno siamo andate un po' fuori dal centro per vedere attrazioni distanti tra loro, una parte la mattina e una il pomeriggio. Mentre le altre due giornate le abbiamo divise tra le due sponde della città divise dal Danubio: Buda e Pest.
Buda è situata su una collina, su cui ci sono alcuni monumenti importanti come il Castello, ed è la parte più antica della città.
Pest è la zona più commerciale e industriale, ma anche la più attiva, in particolare il quartiere ebraico è ricco di locali da girare la sera, in un clima davvero movimentato. Vediamo insieme il mio viaggio a Budapest in tre giorni.

Budapest in breve

Come arrivare

Aeroporto di Budapest-Ferihegy
Stazione Budapest Est

Muoversi in città

Metro, autobus, funiculare, filobus e tram

Budget giornaliero

dormire: 8 euro
mangiare: 15/20 euro
mezzi: biglietto giornaliero 6,5 euro

Posizione

Est Europa

Documenti validi

Carta d'identità se cittadini europei

Dove dormire

cerca su booking.comairbnb.it o trivago.it

Itinerario in breve

  •  Bagni Széchenyi: terme tra le più famose
  • Castello Vajdahunyad: castello medievale
  • Piazza degli eroi: piazza storica
  • Isola di Margherita: piccola isoletta di fronte al Parlamento
  • Grande Sinagoga: seconda sinagoga più grande d'Europa
  • Mercato centrale: grande mercato
  • Váci utca: importante via pedonale
  • Parlamento: complesso architettonico più importante dell'Ungheria
  • Scarpe sul Danubio: memoriale degli ebrei
  • Ponte delle catene: antico ponte
  • Chiesa di Mattia: chiesa risalente al 1200
  • Bastione dei Pescatori: bastione che affaccia sul Danubio
  • Palazzo Buda: antico castello dei re ungheresi

Come arrivare e muoversi a Budapest

Treno

Budapest è stata una delle tappe di un Interrail che ha compreso sei città diverse europee. Di che cosa si tratta? per Interrail si intende un biglietto dei treni valido per quasi tutti i treni europei che può essere utilizzato per un determinato periodo, se vuoi saperne di più clicca qui.
La stazione principale della città è quella di Budapest Est, dove partono e arrivano treni internazionali, soprattutto quelli da Vienna, che è tra le capitali più vicine a Budapest, insieme a Bratislava.

Aereo

Budapest è dotata dell''Aeroporto di Budapest-Ferihegy , aeroporto internazionale e più importante dell'Ungheria. L'aeroporto si collega con le principali città europee, ma anche con America, Asia e Medio Oriente. Per raggiungere il centro città è disponibile l'autobus 200E che arriva fino al termine della metro M3, da cui si possono prendere le linee per raggiungere il centro città. Il biglietto costa circa 1,50 euro.

Metro e autobus

Budapest è dotata di tre linee di metropolitana (qui trovate il link alla mappa), di autobus, tram, filobus e funiculare. Il prezzo del biglietto singolo è di circa 1,10 euro. L'abbonamento di un giorno viene 5,20 euro, tre giorni 13 euro e sette giorni 15,60 euro.  Io personalmente non ho utilizzato tantissimo gli autobus, mi sono serviti per raggiungere mete più distanti dal centro come la collina di Buda, l'Isola di Margherita e le terme. Visto il prezzo basso dei biglietti abbiamo utilizzato quello singolo che, come gli abbonamenti, è valido per tutti i mezzi.

 

Budapest in tre giorni

Giorno uno

Bagni Széchenyi, Castello Vajdahunyad e Piazza degli Eroi

Cominciamo il viaggio rilassandoci ai Bagni Széchenyi, sono i bagni termali più famosi della città, bellissimi sia all'esterno che all'interno. Nella zona inoltre ci sono anche altre attrazioni. I bagni si trovano infatti vicino al parco pubblico Városliget, dove c'è il Castello Vajdahunyad, caratterizzato da un'insieme di stili diversi come romanico o barocco, è veramente molto caratteristico e sembra di immergersi per un attimo nel passato. Per finire il giro in questa zona c'è la bellissima Piazza degli Eroi, ricca di elementi politici e storici è una delle piazze più famose e più belle della città.

Isola di Margherita

Il pomeriggio e la serata lo dedichiamo all'Isola di Margherita, questa piccola isoletta posta al nord di Budapest è molto carina soprattutto per poter passeggiare sulle sponde ammirando i monumenti più importanti della città. Se quindi volete fare qualche foto panoramica qui c'è la visuale ideale. Quando cala la sera poi vedere i palazzi illuminati, in particolare il Parlamento, è davvero spettacolare. Un'altra idea per il primo giorno sarebbero i bagni termali, Budapest è famosa per tutti quelli che ci sono, noi abbiamo deciso di andarci la mattina del terzo giorno per mancanza di tempo oggi.

budapest in tre giorni

Giorno due: Pest

Sinagoga, Váci utca

Il secondo giorno comincia dalla Grande Sinagoga, in pieno stile moresco, è la sinagoga più bella che abbiamo mai vista ed è anche la seconda sinagoga più grande al mondo. Inaugurata nel 1859, contiene fino a 3000 posti a sedere. Si trova nel cuore del quartiere ebraico, uno dei quartieri più giovanili e movimentati della città.Da qui in quindici minuti arriviamo al Mercato Centrale, inserito in un bellissimo palazzo neogotico è molto interessante da girare e perfetto per prendere qualche souvenir o qualcosa da mangiare.

In dieci minuti dal mercato siamo a Váci utca, una delle principali aree pedonali e strade per lo shopping e i ristoranti, una passeggiata nel cuore della città. Arriviamo così alla piazza Vörösmarty tér, una piazza molto carina, dove tra l'altro c'è anche l'Hard Rock Cafè dove decidiamo di fermarci.
Girando a destra dalla piazza e poi prendendo la prima a sinistra si arriva a uno dei miei posti preferiti della città: Erzsébet Square.Una delle piazze più animate della città, c'è di tutto, una parte della piazza è dedicata ad un giardino con al centro la Fontana del Danubio, dall'altra c'è lo skate park, con una piccola vasca bassa dove potersi sedere, tantissimi locali, luci e decorazioni. Ci è piaciuta così tanto che ci siamo tornate anche la sera ed abbiamo scoperto essere un raduno per i ragazzi della città. Le sponde della vasca infatti erano stracolme.

A pochi passi dalla piazza si trova la Basilica di Santo Stefano, in stile neoclassico è molto imponente e bella.
Proseguendo dritto a soli cinque minuti dalla basilica si trova Liberty Square, famosa piazza e giardino molto bella, dove ci sono due monumenti, uno dedicato ai sovietici e uno alle vittime del nazismo, su quest'ultima ci sono molte controversie a causa del significato legato al nazismo e al ruolo dell'Ungheria nella guerra.

Parlamento, Ponte delle Catene

Ci vogliono dieci minuti per arrivare alla meta principale della giornata: il Parlamento.
Monumento neogotico diventato simbolo della città e uno dei più famosi del paese, è veramente stupendo. L'opera è stata realizzata per celebrare, con un palazzo così maestoso, l'indipendenza degli ungheresi dall'impero austro-ungarico. Venne così realizzato tra il 1885 e il 1904. Circondato dai dei bellissimi cortili è una delle parti più belle della città.

Spostandoci sulla sponda del Danubio, proseguiamo verso le Scarpe sul Danubio, un memoriale dell'Olocausto rappresentato da una serie di scarpe posizionate sul ciglio della strada. L'opera è stata inaugurata nel 2005 in occasione della giornata della memoria per la Shoah. La posizione non è casuale, gli ebrei infatti venivano trascinati ai lati del fiume, per poi essere uccisi e gettati in acqua.

Sullo sfondo delle Scarpe sul Danubio si può già intravedere il Ponte delle catene. Si tratta del ponte più antico e famoso della città. Da qui c'è una bella visuale frontale del Palazzo di Buda, che merita una foto da questa prospettiva, trovandosi in alto da qui si riesce a vedere a pieno.

Giorno tre: Buda

Chiesa di Mattia, Bastione dei Pescatori

Il pomeriggio passiamo la giornata a Buda, questo itinerario potrebbe dividersi in due giornate con calma ma noi abbiamo dovuto stringere per mancanza di tempo.
L'ideale è partire dalla cima della collina e poi scendere, cambiando metro e autobus in venti minuti siamo davanti alla Chiesa di Mattia e al Bastione dei Pescatori. Costruita inizialmente intorno al 1200, la Chiesa di Mattia venne prima utilizzata come moschea, e poi reastaurata nell'800 nello stile neogotico attuale. Si tratta di un'importante patrimonio artistico e culturale. Il bastione, in stile neogotico e neoromanico, si affaccia sul Danubio regalandoci una visione completa del Parlamento di fronte a noi.

budapest in tre giorni

Palazzo di Buda

Da qui poi si scende, girando un po' per le strade caratteristiche della zona fino ad arrivare al Palazzo di Buda. Castello storico utilizzato dai re ungheresi, è in stile barocco medievale ed è patrimonio dell'UNESCO. Una particolarità poi è la presenza del Turul, la statua di un uccello mitologico posto ai lati del palazzo. Anche qui la visuale è ottima.

Noi abbiamo deciso di finire qui la giornata ma se riuscite a dedicare una giornata alle terme e un'altra a Buda ci sarebbe anche la Cittadella, un'altra collina da visitare che noi abbiamo potuto vedere solo da lontano.
La nostra ultima serata l'abbiamo passata al Szimpla Kert, il più famoso ruins pub della città. Questi pub sono costruiti all'interno di edifici abbandonati, decorati con oggetti di uso comune, luci, creazioni più disparati hanno un fascino unico e sono assolutamente da visitare almeno uno!

 


Condividi e aiutami a far crescere il blog!