Condividi e aiutami a far crescere il blog!

Osaka è  una grande città situata nel cuore del Kansai. Si tratta della seconda città del paese in fatto di pololazione. Grande città portuale e polo commerciale dell'isola di Honshu.  Famosa per la buona cucina e il divertimento, viene infatti definita la "capitale della buona tavola" del Giappone. Girando la città infatti si nota subito la presenza di tantissimi locali e cibi di strada di ogni tipo. Una città sicuramente giovanile, movimentata e che ha tanto da offrire. Il monumento storico principale della città è il Castello, circondato da un parco ricco di alberi, risale a XVI secolo.
Altre attrazioni famose sono l'Universal studios, ovvero un mega parco divertimenti, e l'acquario, tappe che introduco qui perché noi abbiamo deciso di ignorarle.
Dista circa mezz'ora di treno da Kyoto, è una tappa interessante ma forse non imperdibile. La parte più bella della città è senza ombra di dubbio il castello che merita assolutamente una visita. Io l'ho visitata durante le mie due settimane in Giappone, per saperne di più clicca qui.

Osaka in breve

Come arrivare

Aeroporto internazionale di Osaka, si raggiunge il centro in treno (col Japan Rail pass è gratuito)
Stazione di Osaka, treno JR da Kyoto in 30 minuti
Stazione Shin-Osaka treno shinkansen in 13 minuti

Muoversi in città

Treni privati, JR Line come la Osaka Loop Line che si può prendere con il JRP (per saperne di più clicca qui), metropolitana con un prezzo minimo di 180 yen

Budget

dormire: 25 euro
mangiare: 13 euro
mezzi: nessuno

Posizione

Isola Honshū, regione del Kansai

Documenti validi

Passaporto se si soggiorna per fini turistici per meno di 90 giorni

Dove dormire

cerca su booking.comairbnb.it o trivago.it

Itinerario in breve

  • Castello: tra i monumenti più importanti della città, ospita un museo ed è in un parco molto carino
  • Namba: quartiere del divertimento, dei locali e dello shopping
  • Hozenji: un piccolo tempio da scovare tra le stradine
  • Shinsaibashi: grande centro per lo shopping
  •  Amerikamura: quartiere per le mode giovanili e le tendenze
  • Dotonbori: zona del divertimento e vita notturna

Come arrivarci

Aereo

Osaka è una città ben collegata sia col resto del Giappone che con l'estero. Ha due aeroporti, uno per voli nazionali, l'Osaka Itami airport; un altro per i voli internazionali, l'Osaka Kansai airport. L'aeroporto internazionale è servito dalla maggior parte delle compagnie aeree, dista 50 chilometri dal centro, che si può raggiungere sia in treno che in autobus.
I treni che collegano l'aeroporto alla città sono della linea JR e Nakai, entrambi portano al centro città in 40-60 minuti. Anche gli autobus danno un buon servizio collegando l'aeroporto con le principali stazioni. Il prezzo per le tratte parte da un minimo di 1000 yen (circa 9 euro) ad un massimo di 1700 yen (13 euro).

Treno

Se partite invece da altre città del Giappone, come me, la soluzione migliore sono i treni. Sia che si parte da Tokyo che da Kyoto, Osaka si raggiunge senza troppe difficoltà. Kyoto si trova più vicina ed è collegata ad Osaka con i treni shinkansen e i JR. Il treno ad alta velocità impiega soltanto 13 minuti, il JR ne impiega circa 30. Se si parte da Tokyo invece con lo shinkansen si arriva in circa 170 minuti. I treni sono sempre in orario, puliti e comodi. Sono una soluzione ottima per spostarsi in Giappone.

Autobus

Sono disponibili anche autobus che collegano Osaka alle altre grandi città, il prezzo è nettamente inferiore ai treni, soprattutto se presi i collegamenti notturni, ma anche più lenti.

 

Muoversi in città

Osaka è servita da metropolitana, treni e autobus. La metropolitana comprende 8 linee diverse ed è partita dalle 06 alle 24. Se avete il Japan Rail Pass dovete sapere che c'è una linea circolazione, l'Osaka Loop Line, che è gestita dalla JR e quindi compresa nel pass. Questa linea comprende tantissime tra le fermate più importanti della città e per me è stata davvero utile. Tra le stazioni principali ci sono Osaka, Shin-Osaka, Namba e Tennoji. Il costo del biglietto dipende dalla lunghezza della percorrenza ed è possibile anche fare il biglietto giornaliero.
Qui trovate il sito ufficiale della città di Osaka e la sezione sui trasporti.

Cosa mangiare

Come anticipato Osaka è molto famosa per la buona cucina, i piatti da mangiare infatti sono tantissimi e c'è l'imbarazzo della scelta su cosa e dove provarlo. Tra i cibi di strada più famosi e tipici della città ci sono i takoyaki, delle polpette di polipo molto appetitose, da gustare mentre si passeggiare. Io le adoro!
Altro colosso dello street food giapponese è l'okonomiyaki, una sorta di mix tra una frittata e un pancake ricco di verdure e altri ingredienti cotti insieme alla piastra. I kushi-katsu sono degli spiedini di verdure o carne fritti, poi ricoperti da delle salsine. I gyoza sono tra i miei piatti giapponesi preferiti, dei ravioli alla piastra ripieni di salse e spezie. Per gli amanti della zuppa invece c'è il kitsune udon, un piatto di noodles in brodo e tofu fritto.
La lista potrebbe continuare all'infinito, la scelta dei piatti giapponesi buono è davvero vastissima e non basterebbe un solo viaggio per provarli tutti.

Osaka in un giorno

La nostra giornata ad Osaka è stata molto rilassata e senza stress, il giro inizia proprio dal Castello. Tra gli edifici più importanti del paese, si sviluppa in altezza, cinque piani all'esterno e otto all'interno. Il palazzo ospita un museo molto bello. Il giro al museo è stato veramente interessante e c'è questa cosa molto carina: si può affittare un kimono per farsi una foto in costume. Poi si può decidere se comprarla stampata o averla in digitale come ricordo. Uscite dal castello poi facciamo un giro per il parco che è veramente carino, soprattutto nella zona degli alberi di pesco che con i loro fiori rosa sono davvero spettacolari!

osaka in un giorno

Dopo la tranquillità del castello e del parco ci dirigiamo a Namba, il quartiere del divertimento, dei locali e dello shopping. Si tratta di uno dei quartieri più popolari della città ed è una tappa imperdibile se si visita Osaka.  Pieno di grandi palazzi, insegne a forma di granchi, polipi e cibo in generale (un po' come Camden Town a Londra se ci siete mai stati). Il quartiere offre locali di ogni tipo, da bar a discoteche, ma anche negozi per lo shopping.  Si tratta della parte più giovanile della città e si può girare parecchio senza annoiarsi. osaka in un giorno

Nel quartiere poi si trova un piccolo ma caratteristico tempio: l'Hozenji. Da scoprire immerso tra le stradine. La particolarità di questo tempio è che per avere fortuna bisogna bagnare la statua del buddha con l'acqua. C'è infatti una piccola fontanella con un mestolo da utilizzare. Beh, io ci ho provato ma ho sbagliato totalmente mira! Mi sa che difficilmente mi porterà fortuna. I giardini sono molto carini perché ricchi di candele.

osaka in un giorno

Andiamo poi al Shinsaibashi, grandissimo centro per lo shopping. La zona è Amerikamura, dove si concentrano le mode giovanili, i negozi vintage, gli artisti di strada. È qui dove i giovani vengono a scoprire le ultime tendenze.Si è fatta sera e ci concentriamo soprattutto nella strada di Dotonbori, nel pieno quartiere di Nanba ne è il cuore pulsante e perfetto per a serata visti i tantissimi locali e l'aria animata che c'è.


Condividi e aiutami a far crescere il blog!